Divieto di fumo, in tre anni fumatori diminuiti dal 41 al 31%

I risultati di un sondaggio realizzato per la Giornata Mondiale senza Tabacco

Da quando in Russia è entrato in vigore il divieto di fumo, che tre anni fa ha messo al bando le sigarette nei luoghi pubblici, la percentuale di fumatori è diminuita dal 41 al 31%. I dati sono stati resi noti da un sondaggio realizzato per la Giornata Mondiale senza Tabacco.

A causa del fumo in Russia muoiono quasi 400.000 persone all’anno: una cifra che fa di questo Paese uno di quelli più colpiti da questa piaga. 

Nel tentativo di arginare questo problema, tre anni fa nella Federazione è entrata in vigore una legge che vieta il fumo non solo nei luoghi pubblici, ma anche nelle fermate di mezzi pubblici, negli aeroporti e nelle stazioni, nei centri commerciali, nei treni, nei bar e ristoranti.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta