Condannata la pilota ucraina Nadia Savchenko

Rischia fino a 23 anni di carcere. Secondo l’accusa, sarebbe coinvolta nell’uccisione di due reporter russi, avvenuta nel 2014 nel Donbass

La pilota ucraina Nadia Savchenko, accusata di aver ucciso nel 2014 due reporter russi nel Donbass e di essere entrata illegalmente in Russia, è stata dichiarata colpevole dal tribunale di Donetsk. Dopo un processo durato sei mesi e due scioperi della fame, Savchenko, che si è sempre dichiarata innocente, rischia fino a 23 anni di carcere. La difesa ha sempre sostenuto la sua estraneità nella dinamica dei fatti.

La pena e il verdetto però verranno resi noti solamente domani.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più