Attentato ad Ankara, la condanna della Russia

Il Ministero degli Esteri della Federazione: "Una barbarie che non ha alcun tipo di giustificazione"

Il Ministero russo degli Esteri ha condannato l’attentato avvenuto ieri ad Ankara, in Turchia, dove un'autobomba è esplosa vicino a una fermata dei bus nel centro della città.

"Condanniamo categoricamente questa barbarie che non ha alcun tipo di giustificazione, ed esprimiamo profonde condoglianze ai parenti delle vittime e alle persone a loro vicine. Auguriamo una pronta guarigione ai feriti”, si legge in una nota del Ministero.

L'esplosione, potentissima, ha distrutto diversi autobus e auto che si trovavano in quella zona. Oltre trenta i morti, almeno 125 i feriti.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta