Le atmosfere dell’Harry’s Bar da Venezia a Mosca

Giovanni Cassinelli, Carlotta Cerquetti, Olga Sviblova.

Giovanni Cassinelli, Carlotta Cerquetti, Olga Sviblova.

: ufficio stampa
Nell’ambito del Festival del cinema italiano, il Multimedia Art Museum della capitale russa ha ospitato un evento esclusivo dedicato allo storico locale veneziano, protagonista di uno dei film in rassegna. Aperitivo e antipasti veneziani per gli esclusivi ospiti

Il mitico locale Harry’s Bar è planato per una notte da Venezia a Mosca nelle nelle sale del Multimedia Art Museum della capitale russa, diretto da Olga Sviblova. Lo scorso 2 marzo, nell’ambito della VII edizione del Festival del cinema “Da Venezia a Mosca”, si è svolta una speciale proiezione del documentario di Carlotta Cerquetti “Harry’s Bar”, lo storico locale veneziano fondato nel 1931 da Giuseppe Cipriani e proclamato nel 2001 patrimonio nazionale dal Ministero dei Beni Culturali.

L’evento è stato organizzato da Pier Paolo Celeste, direttore ICE Mosca insieme a Olga Strada, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca per sottolineare, attraverso le coinvolgenti immagini del film, il forte nesso tra prodotto, cultura, storia e territorio. Il selezionatissimo pubblico presente alla proiezione e al successivo cocktail organizzato dalla famiglia Cipriani ha avuto l’opportunità di conoscere la storia del leggendario locale e la filosofia del lavoro della famiglia, che in ottanta anni di storia ha visto passare scrittori, pittori, registi, divi del cinema, re, regine e tanti buongustai.

Luisa Barone, Vera Spina, Carlotta Cerquetti, Uliana Kovaleva, Giovanni Cassinelli. Fonte: ufficio stampa

A Mosca gli ospiti hanno potuto gustare i tipici antipasti e l’aperitivo che solitamente vengono serviti nel locale veneziano. 

Tra gli ospiti, oltre all’autrice del documentario Carlotta Cerquetti e al produttore Giovanni Cassinelli, c’erano importanti personalità del mondo cinematografico e imprenditoriale, russo e italiano: il regista Vladimir Khotinenko, la produttrice Uliana Kovaleva, l’editrice di “The Art Newspaper” Inna Bazhenova, Katalin Ljubimov, il banchiere Jan Janovskij, gli attori Massimiliano Gallo, Roberta Mattei, il regista Giuseppe Gaudino, la star russa dell’interior design Gulya Galeeva, che ha dichiarato come la visione di questo film sia stata illuminante per il proprio lavoro.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta