Sanzioni, anche l'Ungheria contraria al rinnovo automatico

Il premier ungherese Viktor Orban durante un faccia a faccia con Putin a Mosca: "Sempre più Paesi sono contrari. Dalla metà di quest’anno non sarà più possibile rinnovare automaticamente le sanzioni alla Russia"

C’è stata anche la questione delle sanzioni al centro dell’incontro tra il Presidente russo Vladimir Putin e il premier ungherese Viktor Orban. Orban è volato a Mosca per incontrare il capo del Cremlino, con il quale ha discusso anche di migrazionie, energia e di scambi commerciali tra i due Paesi. 

Orban ha sottolineato il proprio impegno per cancellare i provvedimenti economici dell’Europa ai danni della Russia. “Dalla metà di quest’anno non sarà più possibile rinnovare automaticamente le sanzioni alla Russia - ha detto il premier ungherese -. Sempre più Paesi sono contrari, al punto che dovremmo avere un dibattito aperto tra i membri dell’Unione Europea su cosa fare”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta