La Russia non concederà più prestiti ad altri Paesi

L'annuncio del viceministro delle Finanze. Solo l'Iran potrebbe godere ancora di nuove obbligazioni

“La Russia non presterà più denaro ad altri Paesi”. Lo ha dichiarato il 25 gennaio Sergej Storchak, viceministro delle Finanze. Lo riporta Vesti.Finance.

Nel 2015 la Russia ha concesso dieci prestiti, alcuni dei quali a diversi Paesi dell’Unione Eurasiatica (Bielorussia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan). Nel 2016, invece, non verranno concessi prestiti a nessuno. L’unico che potrebbe poter godere di un prestito, forse, sarebbe l’Iran. 

“Secondo me - ha detto il viceministro -, abbiamo raggiunto il limite per l’adozione di nuove obbligazioni internazionali per un certo periodo. Non prendiamo in considerazione nuove obbligazioni, a parte con un Paese”.  

Qui la versione originale del testo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta