Vladivostok, rimandato a data da destinarsi il regime senza visto

Dal 1° gennaio 2016 i visitatori stranieri avrebbero dovuto godere di accesso libero alla zona del porto franco di Vladivostok per otto giorni. Ma il programma non è stato avviato

L’avvio del regime senza visto per otto giorni previsto per i visitatori della zona del porto franco di Vladivostok è stato rimandato a data da destinarsi. Lo riferisce il quotidiano locale Zolotoj Rog. Nel dicembre 2015 il governo russo aveva avviato tutte le autorizzazioni necessarie per il programma di regime senza visto, che sarebbe dovuto partire il 1° gennaio 2016. Tuttavia nella zona, che comprende Vladivostok e altri otto comuni del territorio di Primorye, non ci sono ancora le strutture necessarie per avviare il programma di esenzione dal visto. 

“Le autorità statali sono al lavoro. E le date esatte non sono ancora note”, ha fatto sapere un portavoce dell’aeroporto internazionale di Vladivostok. 

Alla fine del 2015 il vice primo ministro russo Yurij Trutnev aveva annunciato che i visitatori stranieri in arrivo in questa zona avrebbero potuto godere di un regime senza visto valido otto giorni nella zona del porto franco.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta