Su-24, scatola nera aperta davanti a una commissione internazionale

Il dispositivo di registrazione dati dell'aereo militare russo colpito dall'aviazione turca è stato aperto in diretta tv

Il canale Rossiya 24 ha trasmesso oggi in diretta televisiva l’analisi dei dati della scatola nera dell’aereo russo Su-24, colpito in territorio siriano dalle forze aeree turche. Il vicecapo delle Forze Aerospaziali della Russia, il generale Sergej Dronov, ha spiegato all’inizio della trasmissione che l’obiettivo di Mosca è assicurare la massima obiettività e trasparenza in queste indagini. 

In qualità di osservatori sono infatti stati invitati gli specialisti di 14 Paesi. Ma hanno risposto positivamente solo gli esperti di Cina, Usa e Gran Bretagna. 

Una settimana fa il ministro russo della Difesa Sergej Shoigu aveva consegnato al Presidente russo Vladimir Putin la scatola nera che contiene i dati del volo e le registrazioni. In quell’occasione, Putin aveva chiesto di aprirla e di codificare i dati solo davanti a esperti internazionali. 

Durante la trasmissione è stata aperta la scatola nera ed estratta la scheda contenente le informazioni digitali. Putin ha comunque avvertito che Mosca non cambierà atteggiamento davanti alla Turchia dopo la lettura dei dati contenuti nella scatola nera. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta