Sport, Mosca non boicotterà i Giochi di Rio nonostante lo scandalo doping

Il presidente del Comitato olimpico russo Aleksandr Zhukov: “Non mescoliamo lo sport alla politica”. E intanto annuncia misure urgenti come il rinnovo della Federazione russa di atletica e dei servizi anti-doping

Il presidente del Comitato olimpico russo Aleksandr Zhukov ha assicurato che la Russia non boicotterà i Giochi Olimpici di Rio, nonostante la sospensione dei suoi atleti per doping. La Russia, dice, non vuole mescolare la politico e lo sport. E non vuole che si ripeta l’errore commesso ai Giochi Olimpici di Mosca del 1980. 

Il presidente del Comitato olimpico internazionale, Thomas Bach, è stato categorico: “Se gli atleti russi non possono partecipare a nessuna qualificazione, allora la situazione è chiara: se non ti classifichi, non puoi partecipare ai Giochi”.

Per evitare che la sospensione provvisoria diventi definitiva, Zhukov ha assicurato che la Russia adotterà “varie misure urgenti”, come il rinnovo della Federazione russa di atletica e dei servizi anti-doping. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta