Ruskino, il cinema russo a Venezia

Dal 9 al 13 novembre torna una nuova edizione del festival organizzato dal Centro Studi sulle Arti della Russia

È giunto alla sua quinta edizione Ruskino a Ca’ Foscari, Festival di cinema russo promosso dalla Direzione dei Programmi Internazionali di Mosca e dal Centro Studi sulle Arti della Russia – CSAR, in collaborazione con i Ministeri della Cultura e degli Affari Esteri della Federazione Russa, la Fondazione Russa della Cultura, il Comune di Venezia e l’Associazione “Venezia-Russia”. Tema di quest’anno è la storia della Russia: il festival presenta in anteprima assoluta pellicole russe di recente produzione, i due film vincitori del concorso per la migliore sottotitolazione in italiano di film russi, e per concludere una rassegna di capolavori a soggetto storico di Sergej Ejzenštejn, per l’occasione presentati in versione restaurata.

Si apre alle 16 di lunedì 9 novembre in Aula Magna Silvio Trentin di Ca’ Dolfin con la proiezione di Due donne (2014) di Vera Glagoleva, tratto dalla pièce teatrale Un mese in campagna di Ivan Turgenev, con un cast internazionale tra cui Anna Vartanian e Ralph Fiennes.

Nei tre giorni successivi le proiezioni avranno luogo nella sede di CFZ – Ca’ Foscari Zattere/Cultural Flow Zone. Si parte alle 16 di martedì 10 novembre con La strada per Berlino (2015) di Sergej Popov, dramma ambientato durante la Seconda guerra mondiale. A seguire, alle 18, sempre presso CFZ, verrà inaugurata la mostra Russia-Italia. Pagine di cinema tra due culture, con una selezione di costumi di scena e riproduzioni di locandine, fotografie e documenti cinematografici provenienti dalle collezioni dello studio Mosfilm e del Museo Statale Centrale di Storia Contemporanea della Russia. La mostra è a ingresso gratuito e aperta al pubblico fino a domenica 22 novembre, con orario lunedì-venerdì 9-24; sabato 9-20; domenica 14-24.

Dopo il successo riscosso alla sua prima edizione (2014), torna quest’anno il Concorso per la migliore sottotitolazione in italiano di film russi di recente produzione, rivolto agli studenti di Ca’ Foscari. Mercoledì 11 novembre verrà nominato il vincitore del primo film in competizione, Un affare da pioniere 2 (2015) di Aleksandr Karpilovskij, sequel del film storico-biografico proiettato l’anno passato, sempre in concorso, a CFZ. Giovedì 12 novembre sarà invece la volta de Il cammino verso la vita (2014) di Oleg Galin, storia di un orfano in epoca sovietica, remake dell’omonimo film del 1932 diretto da Nikolaj Ekk, presentato e premiato alla prima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Entrambi i film verranno proiettati alle 16 nella versione sottotitolata vincitrice.

Gran chiusura venerdì 13 novembre in Auditorium Santa Margherita con una maratona di capolavori restaurati di Sergej Ejzenštejn, presentati dagli studi cinematografici Mosfilm. Si parte alle 16 con Aleksandr Nevskij (1938), incentrato sulla figura del principe-condottiero, ricco di scene memorabili, tra cui il combattimento sui ghiacci. Alle 18 e fino a notte inoltrata un altro capolavoro di Ejzenštejn, Ivan Il Terribile (1944; 1958), saga storica dedicata al primo Zar di tutte le Russie, girata in due parti a quindici anni di distanza, ed entrambe con accompagnamento musicale di Sergej Prokof’ev.

Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano. Le proiezioni hanno inizio alle 16:00 e sono a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta