Aereo russo precipitato sul Sinai, satellite Usa rileva "lampo di calore"

Secondo gli esperti potrebbe essere riconducibile a diverse ipotesi, come l’esplosione di un ordigno, l’esplosione di un motore difettoso o il lancio di un razzo. Nel frattempo le conversazioni dell'equipaggio registrate a bordo indicano che la situazione prima dell'incidente era normale

Un lampo di calore. Questo quanto registrato da un satellite americano al momento dell’incidente dell’Airbus-321, precipitato sul Sinai. Il lampo di calore, secondo gli esperti, potrebbe essere riconducibile a diverse ipotesi, come l’esplosione di un ordigno, l’esplosione di un motore difettoso o il lancio di un razzo.

La catastrofe dell'Airbus-321

Gli specialisti stanno ora esaminando i dati per capire se il bagliore sia avvenuto in aria o a terra. 

Nel frattempo, così come si legge su Interfax, le registrazioni delle conversazioni dell’equipaggio con i controllori di volo indicano che la situazione a bordo, quattro minuti prima della tragedia, era normale. Nulla quindi indicherebbe malfunzionamenti dell’apparecchio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta