Il ruolo dell'innovazione nello sviluppo dell'agricoltura

Il Padiglione Russia dell'Expo ha ospitato la tavola rotonda dedicata alle innovazioni nel campo dell'agricoltura e ai nuovi progetti volti a sfruttare le risorse naturali e delle imprese agro­industriali

Lo scorso venerdì 16 ottobre, nella Giornata mondiale dell'alimentazione a Expo Milano 2015 e in occasione del 70° anniversario dalla fondazione della FAO (Food and Agriculture Organization), il Padiglione Russia ha organizzato la tavola rotonda "Il ruolo dell'innovazione nello sviluppo dell'agricoltura". Oltre cento i partecipanti, tra cui rappresentanti della FAO, del Ministero dell'Agricoltura della Federazione Russa, rappresentanti della comunità imprenditoriale russa e internazionale ed esperti del settore.

Come previsto, la tavola rotonda ha rappresentato un'ulteriore occasione di confronto in materia di innovazioni nel campo dell'agricoltura e di nuovi progetti volti a sfruttare con sempre maggiore efficienza le risorse naturali e delle imprese agro­industriali.

Sono intervenuti, tra gli altri, Maksim Markovich, Vice­direttore del Dipartimento per la Cooperazione internazionale del Ministero dell'agricoltura della Federazione Russa; Antoine Hubert, CEO e co­ fondatore del centro di ricerca “YNSECT” (Francia); Prof. Aleksandr Kurakov, direttore del Dipartimento di micologia e algologia della Facoltà di biologia dell'università “Lomonosov” di Mosca; Andrey Zakutaev, Direttore Generale della OOO “Bioland” (Russia) e Aydar Murtazin, capo del Dipartimento per gli investimenti della Zona economica speciale di Alabuga (Russia). Ha moderato l'incontro il giornalista economista Evgeny Utkin, collaboratore di Russia Beyond The Headlines.

Maksim Markovich, Vice­direttore del Dipartimento per la Cooperazione internazionale del Ministero dell'agricoltura della Federazione Russa, ha illustrato le principali linee di sviluppo dell'agricoltura della Federazione Russa: "Il governo russo presta grande attenzione alla modernizzazione tecnica e allo sviluppo innovativo dell'agricoltura. Nel quadro del programma statale di sviluppo agricolo sono previste misure volte a migliorare l'efficienza e la competitività dei nostri produttori. Questo grazie alla modernizzazione tecnica e tecnologica della produzione, nonché alla creazione di un ambiente economico favorevole allo sviluppo e all'attrazione di investimenti nel settore. Ad esempio, si prevede la spesa di 237 miliardi di rubli per l'attuazione del programma statale di sviluppo agricolo del prossimo anno. Nei prossimi 5 anni, fino al 2020, il governo della Federazione Russa prevede di sostenere il settore con finanziamenti dell'ordine di 2126 miliardi di rubli”.

Antoine Hubert, CEO e co­fondatore del centro di ricerca “YNSECT” (Francia), ha sottolineato l'importanza di ridurre il costo del cibo per bestiame, pollame e pesce, pur mantenendo l'alta qualità delle carni: “Secondo una ricerca dalla FAO, nei prossimi 15 anni si prevede una grave carenza di proteine 

per l'alimentazione del bestiame. Un'alternativa è usare, come mangime, gli insetti, di cui esistono oltre 30 mila specie”.

Il direttore del Dipartimento di micologia e algologia della Facoltà di biologia dell'università “Lomonosov” di Mosca, il prof. Aleksandr Kurakov, ha posto l'accento sul problema dell'elevato contenuto di pesticidi in quasi tutti gli alimenti e ha parlato di possibili soluzioni alternative per ridurre il livello di inquinamento dei terreni, principale causa della presenza di pesticidi nella produzione agricola.

Inoltre, Aydar Murtazin, capo del Dipartimento per gli investimenti della Zona economica speciale di Alabuga (Russia), portando il proprio esempio, ha ricordato la possibilità, per aziende straniere, di realizzare progetti promettenti nella Federazione Russa. Ad esempio, per aziende che implementano propri progetti nella loro zona economica, sono previsti benefici fiscali e prestiti agevolati.

A nome del Padiglione Russia, il direttore Sergey Bondarenko ha accolto tutti gli ospiti affermando: “La tavola rotonda di oggi è un importante contributo allo sviluppo del tema sulla sicurezza alimentare, tema principale del Padiglione Russia e di Expo Milano 2015; è la diretta riflessione dello slogan della partecipazione russa a Expo 'Crescere per il mondo, coltivare per il futuro'”. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta