Putin a Pechino per assistere alla sfilata per la fine della Seconda guerra mondiale

Il Presidente russo è stato definito l’ospite straniero più importante. Durante la visita in Cina verranno siglati una trentina di documenti bilaterali

Vladimir Putin è stato definito l’ospite straniero più importante alla sfilata di Pechino organizzata per celebrare il 70esimo anniversario della fine della Seconda guerra mondiale. Un riconoscimento che era stato dato anche al Presidente cinese Xi Jinping durante la visita a Mosca in occasione della Parata per la Vittoria del nove maggio. 

Putin, che il 3 settembre è volato a Pechino, è stato accompagnato dal capo dell’amministrazione presidenziale Sergei Ivanov, dal primo vicepremier Igor Shuvalov, e dai vice ministri Olga Golodets e Dmitri Rogozin. Insieme a loro, anche i ministri russi della Difesa, degli Affari Esteri, del Trasporto e dell’Energia. 

“Sono stati preparati una trentina di documenti bilaterali che verranno firmati in presenza di Putin e Xi Jinping”, ha fatto sapere il portavoce del Presidente russo, Yuri Ushakov, in viaggio insieme alla delegazione.

“A Pechino verrà sicuramente apprezzato il fatto che Putin partecipi personalmente alla sfilata”, ha commentato Sergei Trush, del Centro di Studi degli Usa e del Canada, affiliato all’Accademia russa delle Scienze. 

I due paesi collaborano da tempo su questioni legate alla sicurezza internazionale, alla non proliferazione delle armi di distruzione di massa e alla stabilità in Medio Oriente. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta