Boom di russi sul Lago di Como

Il 21% delle prenotazioni arrivano dall’Est. Giulio Gargiullo: “Grande spinta dell’Expo. Cercano immobili di lusso e turismo esclusivo”

Nella provincia di Como si parla sempre più russo. Secondo i dati diffusi dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza, il 21% delle prenotazioni in questa zona arriva da cittadini russi. L’Expo, ovviamente, sta dando una forte spinta in questa direzione. 

“Come mostrano i dati, la provincia di Como è la meta preferita per i turisti russi che cercano alloggio per l’Expo - spiega Giulio Gargiullo, online marketing manager, esperto di business fra Italia e Russia -. I dati sono stati elaborati sulla base dell’Osservatorio turistico T.R.A.V.E.L., progetto cui aderiscono le Camere di commercio lombarde e la Regione, che ha coinvolto oltre 600 strutture di accoglienza rappresentative del sistema della ricettività regionale. La presenza dei russi nel Lario rappresenta infatti il 21% delle prenotazioni totali. L’affluenza così importante sul Lago di Como e in Lombardia è un dato molto importante per l'economia locale e per il Paese. È indubbio che l'effetto Expo c'è ed è presente in tante zone strategiche italiane. E anche se è stato registrato un calo delle visite di cittadini russi in Italia da parte della classe media, i ricchi investitori dell’est cercano ancora nel Belpaese acquisti extralusso”. 

“L'Italia è approdo di russi high spender interessati all'extra lusso - continua Gargiullo -. Oltre al Lario, le zone preferite dai russi benestanti per l'acquisto di immobili di lusso in Italia sono: la Costa Smeralda, la zona dei laghi di Como e di Garda, in Liguria Portofino e in Toscana Forte dei Marmi. Amano acquistare appartamenti esclusivi anche a Roma, Milano, Firenze e Venezia. Anche il Salento, la Costiera Amalfitana e la Sicilia sono zone molto apprezzate del Belpaese”.

Inoltre la recente indagine di Global Blue sul settore tax free dei “globe shopper” mostra come i cittadini russi in visita nel nostro Paese siano i top spender, ovvero turisti stranieri che fra tutti presentano uno scontrino più alto nello shopping rispetto ad altri turisti in Italia. La spesa media è di 756 euro con un incremento del 6% rispetto a maggio 2014. Secondo un altro recente report di Global Blue, “i russi si confermano la nazionalità top spender nelle località montane italiane, con il 58% del mercato e uno scontrino medio di 614 euro”. Anche qui i russi cercano immobili di prestigio in località come Cortina d'Ampezzo e altre località note”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta