Medicina, la Russia a Merano sale in cattedra

Il 12 giugno 2015 si terrà una conferenza italo-russa sulla chirurgia ricostruttiva nel bambino. Tra gli ospiti, gli specialisti dell’Istituto di ortopedia pediatrica “Turner” di San Pietroburgo

Le collaborazioni tra Italia e Russia si intensificano su più fronti. E toccano ora anche l’ambito medico. Il 12 giugno 2015 all’ospedale di Merano (Bolzano) si terrà la prima conferenza scientifico-pratica sulla chirurgia ricostruttiva nel bambino: un momento di incontro e confronto tra specialisti russi e italiani, che condivideranno le proprie esperienze, presentando le ultime elaborazioni scientifiche nell’ambito della terapia chirurgica e ricostruttiva nel bambino con malformazioni congenite e post-traumatiche dell’apparato muscolo-scheletrico.

 
Medicina, arriva la laurea
con doppio titolo

Alla conferenza, organizzata dal Centro Russo Borodina, dall’Istituto di ortopedia pediatrica “Turner” di San Pietroburgo e dall’Ospedale “Franz Tappeiner”, con il supporto del Centro russo per la Gloria Nazionale, parteciperanno illustri studiosi e chirurghi, tra i quali V. Neverov, S. Beljanchikov, V. Vilenskij, K. Afonichev e Y. V. Stepanova, S. Golyana, A. Zvozil, S. Karavaeva, oltre agli specialisti del reparto di ortopedia e traumatologia dell’ospedale di Merano, M. Pfaifhofer e O. Schmidt.

La collaborazione tra l’Istituto di ortopedia pediatrica “G. I. Turner” di San Pietroburgo e l’ospedale “Franz Tappeiner” di Merano era iniziata nel novembre 2014 in occasione del progetto “Incontri pietroburghesi a Merano”, quando il professor Aleksei Baindurashvili, direttore dell’Istituto “Turner”, aveva raccontato agli specialisti dell’ospedale di Merano l’esperienza dell’istituto russo nel campo dell’ortopedia pediatrica.

Nel 2015 l’istituto “Turner” festeggia 125 anni di attività. È il primo e unico centro di ricerca in Russia a occuparsi dell’aiuto ortopedico e traumatologico per bambini con malattie e malformazioni post-traumatiche dell’apparato muscolo-scheletrico. L’istituto elabora e realizza tecnologie uniche, impiegate nella diagnostica, nella chirurgia e nella riabilitazione sia nelle cliniche russe, sia all’estero.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta