Pericolo aviaria, la Russia blocca le importazioni di polli dagli Usa

Dall’inizio dell’anno, sono stati dodici gli stati Usa ad aver segnalato casi di contagio. E Mosca ferma le importazioni

La Russia ha proibito l’importazione di pollame vivo e uova dagli Stati Uniti, a causa del pericolo di contagio di aviaria. “La decisione è stata presa per il fatto che la malattia infettiva si è diffusa non solo tra i polli selvatici, ma anche tra quelli di allevamento”, si legge in una nota del Servizio di ispezione agricola della Russia (Rosseljoznadzor). Le autorità russe vogliono tenere alta l’attenzione sulla diffusione del virus negli Usa. 

Dall’inizio dell’anno, sono stati dodici gli stati Usa ad aver segnalato casi di aviaria: Iowa, Arkansas, Idaho, Kansas, Minnesota, Montana, Missouri, Dakota del Nord, Dakota del Sud, Oregon, Wisconsin lo stato di Washington.

Nel 2014 gli Usa hanno esportato in Russia pollame per un valore di 63,4 milioni di dollari e latte e uova per un valore di 2,7 milioni di dollari.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta