Putin firma legge sulle ong straniere

Il provvedimento consente alle autorità russe di limitare l'attività delle ong straniere considerate "non gradite"

Giro di vite contro le ong straniere. Il Presidente russo Vladimir Putin ha firmato la legge che consente alle autorità della Federazione di limitare l'attività delle ong straniere considerate "non gradite". 

Il testo, approvato martedì dai deputati e il giorno successivo dai senatori, prevede che “l'attività di un'organizzazione non governativa straniera o internazionale che rappresenti una minaccia per la Federazione russa, per la sua capacità di difesa o per la sicurezza del governo, possa essere riconosciuta come non desiderata”. Spetterà alla procura generale, con il benestare del Ministero degli Esteri, dichiarare "non gradita" una ong.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta