Ccir: si è spento Kvyatkovskiy, direttore dell’Ufficio di Rappresentanza di Mosca

I funerali si svolgeranno il 25 maggio

Lev Yurevich Kvyatkovskiy (Foto: ufficio stampa)

È morto dopo una lunga lotta contro un male incurabile Lev Yurevich Kvyatkovskiy, 68 anni, direttore generale dell’Ufficio di Rappresentanza di Mosca della Camera di Commercio Italo Russa. 

Dopo la laurea all’Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali MGIMO in Economia e Commercio, con specializzazione in Relazioni Internazionali, Kvyatkovskiy inizia la propria carriera lavorativa nella Camera di Commercio e Industria dell’Unione Sovietica, nel Dipartimento di Relazioni Economiche Internazionali. Si specializza nella cooperazione economica e commerciale tra Russia e Italia, e negli anni Ottanta diventa vice segretario generale della Camera di Commercio Italo-Sovietica di Milano. Nel 1988, poi, Kvyatkovskiy diventa Direttore Generale dell’Ufficio di Rappresentanza di Mosca della Camera di Commercio Italo-Russa.

È stato segretario responsabile del Comitato Imprenditoriale per la cooperazione d’affari tra Italia e Russia, nonché membro del gruppo di lavoro bilaterale per l’attuazione del programma di sviluppo dei distretti industriali sul territorio della Federazione Russa, sul modello di quelli italiani.

In Russia ha aiutato la creazione di aziende italo-russe attive in diversi settori, dalla lavorazione del legno all’industria leggera.

Lo staff della Camera di Commercio Italo-Russa porge le più sentite condoglianze e si unisce al dolore dei suoi cari.

A tal proposito, l’ufficio di rappresentanza CCIR di Mosca resterà chiuso per tutto il giorno il 25 maggio per permettere allo staff di presenziare ai funerali, che si svolgeranno lunedì 25 maggio 2015 alle 11 nella città di Zhukovsky, nella regione di Mosca.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta