Gazprom riduce le previsioni delle estrazioni

Per il 2015 meno 8,2 per cento rispetto a quanto preventivato

Il colosso russo Gazprom ha rivisto al ribasso le previsioni per le estrazioni di gas per il 2015, fino a 450 miliardi di metri cubi, ovvero un 8,2 per cento in meno di quanto previsto a inizio anno.

È la seconda volta in pochi giorni che il gigante del gas rivede al ribasso il piano di estrazioni per l’anno in corso: la settimana scorsa le previsioni erano scese dai 485 ai 471 miliardi di metri cubi. 

La modifica deriva dall’analisi dei risultati del primo trimestre, ha dichiarato alla stampaVsevolod Cherepanov, membro del consiglio di direzione di Gazprom. Cherepanov ha quindi aggiunto che l’estrazione di gas nel 2015 sarà “del livello dell’anno scorso”, quando vennero estratti 444 miliardi di metri cubi.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta