Pubblicati online i dati storiografici sulla Russia degli ultimi tre secoli

L’archivio consente di tracciare lo sviluppo sociale ed economico del paese dal 1795 al 2002

In Russia è stato presentato un nuovo archivio elettronico che consente di tracciare lo sviluppo sociale ed economico del paese negli ultimi tre secoli. 

L’Archivio elettronico per le statistiche storiche russe (ristat.org) è stato proposto e creato da Gijs Kessler dell’Istituto Internazionale di Storia Sociale di Amsterdam e da Andrei Markevich, della Nuova Scuola Economica di Mosca. 

“Purtroppo fino ad ora l’esperienza storica russa è sempre stata fuori dalla sfera di interesse degli studiosi, principalmente a causa di una carenza di dati. Le informazioni su questo paese sono infatti molto scarse o incomplete”, spiegano gli autori del progetto. 

I dati vengono oggi raccolti e caricati su un programma, che analizza sette indicatori chiave: la popolazione, il lavoro, la produzione industriale, la produzione agricola, i servizi, i capitali e la terra. Il progetto si divide poi in cinque sezioni della storia russa, legate agli anni 1795, 1858, 1897, 1959, 2002.

I dati per l’Archivio sono stati raccolti e rielaborati da due gruppi di ricerca di Mosca e San Pietroburgo tra il 2010 e il 2014.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta