Cinema, tanti applausi per il Nice 2015

Si è conclusa l’ultima edizione del festival del cinema italiano, che ha portato a Mosca e a San Pietroburgo una selezione di pellicola del belpaese

In Russia c’è voglia di cinema italiano. Si sono concluse da pochi giorni le intense settimane del Nice Russia 2015, il festival del cinema italiano che ha presentato a Mosca e a San Pietroburgo una selezione di pellicole del Belpaese, confermandosi uno degli appuntamenti culturali più seguiti. La storica sala Rodina del Musei Kino di San Pietroburgo e il Cinema Illusion di Mosca hanno visto sfilare diversi registi, presenti alle proiezioni. Applauditissime le commedie di Paolo Genovese e Rolando Ravello. Grandi soddisfazioni anche per Antonio Morabito e per l’attrice Sabrina Impacciatore, madrina del festival e interprete nel nuovo film di Paolo Genovese “Sei mai stata sulla luna?”.

 
Tutte le foto del Festival

Durante la serata di apertura a Mosca è stato assegnato il premio Alexander Gimelfarb Award, che consiste in una borsa di studio del valore di 1.000 euro intitolata ad Alexander Gimelfarb, scienziato in biologia e genetica nato a San Pietroburgo e sostenitore del grande schermo. Il vincitore, selezionato da una giuria composta da critici cinematografici e presieduta da Naum Klejman, presidente del Centro studi culturali Ėjzenštejn, è Maxim Semionov, specializzando in cinema moderno alla New Moscow Film School: “Fare un film mi sembrava abbastanza semplice, ma in realtà mi sono reso conto che non è così. Quindi sono molto orgoglioso di aver ricevuto questa borsa di studio”, ha dichiarato Semionov. Naum Klejman ha inoltre consegnato il Premio Bozzetto d’oro Savio Firmino per la miglior scenografia e arredo cinematografico al film di Paolo Genovese “Tutta colpa di Freud”.

Gli eventi non si sono esauriti all’interno delle sale cinematografiche, ma gli incontri con i registi sono proseguiti anche in altri spazi: Antonio Morabito è stato ospite della Libreria Moskva, mentre Rossella De Venuto ha incontrato gli studenti della Moscow New Cinema School.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta