Pasqua ortodossa, il Fuoco Santo da Mosca arriva a Roma

Passando per la Russia, la Santa Luce verrà trasportata dalla Terra Santa fino alla capitale italiana e a Merano

Con la benedizione del Patriarca di Mosca Kirill, l’11 aprile 2015, alla vigilia della Pasqua ortodossa, una delegazione della Fondazione Andrej Pervozvannyj, guidata dal presidente della Fondazione, Vladimir Jakunin, porterà il Fuoco Santo dalla Chiesa della Resurrezione di Gerusalemme nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca per la messa pasquale celebrata dal Patriarca. Da lì, poi, la Luce Santa volerà alla volta di Roma. 

La consegna del Fuoco Santo avviene dal 2003 nell’ambito del progetto “Pace per Gerusalemme” e dal 2010 il Centro Russo Borodina di Merano si occupa di portare una parte della Fiamma Eterna in Italia. 

 
Il Fuoco Santo a Roma

Un volo speciale porterà il Fuoco Santo a Mosca: come da tradizione, centinaia di fedeli incontreranno la delegazione all’aeroporto Vnukovo della capitale russa. 

Quest’anno il Fuoco Santo raggiungerà poi il Belpaese grazie al contributo dell’amministrazione delle parrocchie italiane, della Fondazione Andrej Pervozvannyj e del Centro russo Borodina di Merano, con il sostengo della compagnia aerea Transaero e dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia. 

Il 12 aprile, il Fuoco Santo proveniente dal sepolcro del Signore di Gerusalemme, arriverà a Roma via Mosca, grazie a un volo della compagnia russa Transaero: la Luce Santa, al termine della celebrazione della liturgia pasquale, raggiungerà quindi la chiesa ortodossa di Santa Caterina martire di Roma e da lì verrà trasferita nella chiesa ortodossa di San Nicola a Merano.

L’incontro con il Fuoco Santo avverrà il 12 aprile a Roma alle ore 14 e il 13 aprile a Merano alle ore 10. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta