Nucleare Iran, la Russia si dice ottimista sui colloqui di Losanna

Secondo il viceministro degli Esteri della Federazione Russa, i partecipanti sono intenzionati a raggiungere risultati. Lavrov potrebbe tornare nella città svizzera già domani

Il ministro russo degli Esteri Sergei Lavrov torna a Mosca dopo la maratona diplomatica di Losanna per l’accordo sul nucleare. Ma potrebbe tornare già domani nella città svizzera, dove sono in corso i colloqui tra i rappresentanti di Teheran e il Gruppo 5+1 (Usa, Russia, Cina, Gran Bretagna, Francia più la Germania), nel tentativo di raggiungere un’intesa sul programma nucleare iraniano. Negoziati che il viceministro russo degli Esteri Ryabkov ha definito “molto intensi” e che “lasciano spazio per l’ottimismo”. A Losanna, ha detto Ryabkov, si è svolta "una sessione plenaria molto intensa e approfondita” e i partecipanti sono intenzionati a "raggiungere risultati”.

L’intesa potrebbe essere raggiunta alla mezzanotte del 31 marzo. In caso contrario i colloqui potrebbero prolungarsi fino a giugno. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta