Giallo sul Bajkal: il figlio di Yanukovich sarebbe morto affogato tra i ghiacci

Secondo alcune fonti, il giovane era alla guida di un fuoristrada quando si è rotta la superficie del lago

Sarebbe morto affogato tra i ghiacci del lago Bajkal il figlio minore dell'ex presidente ucraino Viktor Yanukovich, Viktor Viktorovich Yanukovich. Lo riferisce un consigliere del ministro degli Interni ucraino, Anton Herashchenko.

 
Guarda l'infografica sul Bajkal

“Viktor junior si è messo al volante di una Volkswagen Multivan sulla superficie ghiacciata del lago e si è ritrovato a guidare sopra un punto dove il ghiaccio vecchio e il ghiaccio fresco si incontrano. La neve che ricopriva la superficie non ha permesso di individuare il pericolo. Il veicolo ha iniziato ad affondare sotto il ghiaccio, inclinandosi dal lato del conducente. Alcuni testimoni hanno dichiarato che Viktor in quel momento aveva le cinture allacciate e non è riuscito a sganciarsi. Impossibile aprire la porta, schiacciata contro il ghiaccio”, ha detto la fonte. 

Il figlio di Yanukovich era nato a Yenakiyeve, nella regione del Donbass, il 16 luglio 1981. Deputato della Rada Suprema (il Parlamento ucraino) per due legislature,Viktor era appassionato di automobilismo. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta