Ucraina, Merkel: “Nuove sanzioni in caso di emergenza”

La cancelliera tedesca Angela Merkel in una conferenza stampa a Berlino con Petro Poroshenko: “Ci sono delle difficoltà nell’adempiere agli accordi, anche se la situazione è meno tesa”

La situazione è “meno tesa”, ma "in caso di emergenza siamo pronti a nuove sanzioni” contro la Russia. Lo ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel in una conferenza stampa congiunta a Berlino con il Presidente ucraino Petro Poroshenko. "Vediamo che ci sono delle difficoltà nell'adempiere agli accordi, ma vediamo anche che la situazione è meno tesa”, ha detto la Merkel. “La tregua non è ancora stata realizzata. Un anno fa è stata annessa l'Ucraina e noi non lo dimenticheremo. Adesso - ha ricordato -, è importante arrivare a una soluzione che porti la pace".

E l’invito del leader ucraino a rispettare gli accordi di Minsk: “Non ci sono alternative a Minsk - ha affermato Poroshenko -. Gli accordi devono essere rispettati”. Kiev, ha aggiunto, “lo farà pienamente”. "Se gli impegni non saranno rispettati, e spero che su questo si prenda una posizione chiara al summit di mercoledì prossimo, si proseguirà sulla via delle sanzioni, inasprendole”, ha concluso Poroshenko.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta