Tagli al comune di Mosca: personale verrà ridotto del 30%

A casa circa tremila dipendenti. Il sindaco: “Sarà la riduzione più importante dai tempi della Perestrojka”

Tagli in vista al comune di Mosca. Il sindaco della capitale russa Sergei Sobyanin ha annunciato che l’organico del comune subirà un taglio del 30%. Una manovra che presuppone il licenziamento di circa 3.000 impiegati pubblici. “Sarà la riduzione di personale più importante dai tempi della Perestrojka”, ha affermato Sobyanin, così come scrive Interfax.

Il primo cittadino di Mosca ha fatto sapere che la riduzione dell’organico, che entrerà in vigore dal 1° luglio, sarà accompagnata da una forte opera di informatizzazione di alcuni servizi, dallo snellimento di alcune procedure burocratiche e dall’eliminazione di alcune cariche doppie. 

Il sindaco ha precisato che la riduzione di personale non avrà alcun impatto negativo sulla qualità dei servizi offerti dal comune. “Vorrei inoltre che venisse presa in considerazione la possibilità di ridurre anche gli stipendi ai deputati della Duma di Mosca”, ha aggiunto Sobyanin. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta