L'Ermitage si prepara ad aprire una filiale a Mosca

La nuova sede nascerà nel 2018 nello spazio della vecchia fabbrica Zil

L’Ermitage, il celebre museo di San Pietroburgo che ospita una delle più importanti collezioni di arte al mondo, ha sottoscritto un protocollo d'intesa per la creazione di una filiale a Mosca nel 2018. Lo riporta il giornale Kommersant. Il documento è stato firmato dal direttore del museo, Mikhail Pyotrovsky, e dal rappresentante del consiglio dell’amministrazione del promotore immobiliare LSR Group, Andrei Moltchanov. 

 
I gatti, i veri custodi dell'Ermitage

La filiale del tempio dell’arte russa nascerà a Mosca nel territorio che un tempo ospitava la fabbrica Zil. Il progetto è stato affidato a Hani Rashid, fondatore della prestigiosa agenzia newyorchese di architettura Asymptote. Secondo Moltchanov, è difficile valutare il volume di investimenti allo stato attuale del progetto, ma il gruppo prevede di investire circa 3,5-4 miliardi di rubli (circa 54-61 milioni di euro). 

Il centro Ermitage Mosca rientra nel programma Ermitage 20/21 e si focalizzerà sull’arte contemporanea. Questa filiale farà parte del progetto intitolato “Grande Ermitage”, che conta centri espositivi ad Amsterdam, Kazan, Vyborg e VeneziaPresto anche Ekaterinburg, Vladivostok e Barcellona si uniranno alla lista delle filiali.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta