Il 2015 sarà l'Anno dell'Amicizia tra la Russia e la Corea del Nord

Mosca e Pyongyang rafforzeranno l’interscambio di delegazioni e i contatti tra regioni e istituzioni, celebrando eventi culturali congiunti

Il 2015 sarà l’Anno dell’Amicizia tra la Russia e la Corea del Nord. Lo riferisce l’agenzia KCNS a Pyongyang. La decisione è stata presa con “l’obiettivo di aprire una nuova fase nelle relazioni bilaterali in vari ambiti, dalla politica, all’economia, alla cultura”, si legge in un comunicato dell’agenzia statale nordcoreana.

 
Gli strepiti di Pyongyang

Durante l’Anno dell’Amicizia - si legge sul quotidiano russo Rossiyskaya Gazeta - la Corea del Nord e la Russia “rafforzeranno l’interscambio di delegazioni e i contatti tra regioni e istituzioni, celebrando eventi culturali congiunti a Mosca, a Pyongyang e in altre città”. 

I paesi, che hanno sempre mantenuto stretti rapporti in epoca sovietica, l’anno scorso hanno avviato un importante piano di riavvicinamento diplomatico, saldando i rapporti economici attraverso diverse iniziative congiunte, tra cui un ambizioso progetto ferroviario. 

Nel novembre scorso il vice maresciallo Choe Ryong Hae ha fatto visita alla Russia come inviato speciale del leader nordcoreano. Mosca ha inoltre reso noto che Pyongyang ha accettato l’invito di partecipare a maggio alla commemorazione dei 70 anni della vittoria sovietica sulle truppe naziste durante la Seconda guerra mondiale. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta