Omicidio Nemtsov, Putin: "Puniremo i colpevoli"

Il Presidente russo ha chiesto al Ministero degli Interni di lavorare per evitare nuovi crimini simili a quello avvenuto venerdì, quando è stato ucciso l’esponente dell’opposizione politica

“Bisogna prestare maggiore attenzione a crimini così gravi, compresi quelli a sfondo politico. Mi riferisco al terribile omicidio di Boris Nemtsov avvenuto in pieno centro”. Lo ha detto il Presidente russo Vladimir Putin al Ministero degli Interni, sottolineando l’importanza di prevenire crimini come quello avvenuto nella notte di venerdì, quando l’esponente dell’opposizione è stato ucciso con quattro colpi di pistola sparati alle spalle. “Dobbiamo liberare la Russia, una volta per tutte, della vergogna che fa seguito a tragedie come questa. Abbiamo bisogno di un cambiamento radicale”.

Putin ha anche fatto presente che i delitti di carattere estremista sono aumentati del 15%, aggiungendo: “Gli estremisti affettano la società con il veleno del nazionalismo belligerante, dell’intolleranza e della violenza. Lo vediamo chiaramente nell’esempio della vicina Ucraina”. 

In un telegramma inviato alla madre della vittima, Putin ha promesso che “si farà tutto il possibile affinché organizzazioni e autori materiali di questo assassinio vengano adeguatamente puniti”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta