Putin, il consenso non diminuisce

Le politiche del presidente della Federazione sono ancora molto apprezzate in Russia

Il consenso non cala. E non da segni di cedimento il sostegno compatto dei russi per le politiche del presidente Vladimir Putin, malgrado la crisi economica che ha colpito il paese anche a causa delle sanzioni introdotte dall'Occidente per il ruolo di Mosca nella crisi in Ucraina.

Come dimostra l'ultimo sondaggio dell'istituto di ricerche indipendente Levada, l'86 per cento dei russi sostiene le azioni del presidente (era l'85 per cento fra novembre e gennaio, dopo il picco dell'87 per cento registrato lo scorso agosto). Il 29 per cento degli intervistati ritiene che la Russia si stia muovendo nella direzione sbagliata, una percentuale in crescita (era il 22 per cento lo scorso agosto), mentre il 54 invece è convinto del contrario (il 64 sei mesi fa). Solo il 13 per cento dei russi dice di non approvare il presidente.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta