Un caldissimo inverno

Le temperature medie stagionali continuano a essere stabilmente al di sopra della media. Tanto da far registrare numerosi record

Mai così caldo. In Russia l'inverno si avvia a concludersi senza essere stato particolarmente duro. Anzi, nell'arco della stagione sono stati registrati numerosi record riguardanti la media delle temperature giornaliere più alte. Tutta la Russia europea, infatti, è invasa da masse d'aria: a sud subtropicali, a nord atlantiche, che stanno portando un insolito tepore sia nelle terre artiche che in quelle temperate continentali.

Il 24 febbraio record di caldo giornaliero a Mosca con 5,6°C, precedente 5,4°C nel 1990. Tutto l'inverno a Mosca è stato più caldo del normale, salvo brevi periodi. Tanto che si colloca al sesto posto tra gli inverni più caldi di sempre preceduto solo dal 1961, 1989, 1990, 2000 e 2008. Sempre nel settore centrale della Russia europea nuovi record giornalieri sono stati registrati anche a Kazan con 3,7°C, a Tambov con 4,5°C, a Penza con 3,9°C, a Tver con 6,3°C, a Rybinsk con 5,4°C e in altre località minori.

Il caldo non si è limitato al settore europeo, perché un nuovo record di giornata è stato registrato anche a Cape Uelen, nell'estremo oriente russo. Clima mite inoltre nel settore asiatico oltre gli Urali.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta