Ucraina, da Mosca forniture di gas alle regioni dell'est

L’incarico è stato dato dal primo ministro russo Dmitri Medvedev a Gazprom, che distribuirà 12 milioni di metri cubi al giorno di gas

Dopo aver raggiunto un accordo con le autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, la Russia ha iniziato ieri a rifornire di gas l’Ucraina dell’est per “motivi umanitari”. L’incarico è stato dato dal primo ministro russo Dmitri Medvedev a Gazprom, che distribuirà 12 milioni di metri cubi al giorno di gas. Le forniture sono iniziate il 19 febbraio 2015 alle 17 ora locale, dopo che le autorità ucraine avevano tagliato i rifornimenti alle zone filorusse. 

“Vi è un problema con le forniture di gas, per via della decisione presa dalle autorità ucraine - aveva dichiarato Medvedev -. Il gas non viene consegnato a una serie di villaggi. Vorrei che Gazprom e il Ministero dell’Energia lavorassero per fornire aiuto a queste regioni. Ovviamente ciò sarà necessario nel caso in cui Kiev non prenda misure urgenti per riattivare le forniture di gas”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta