Nuove sanzioni contro Mosca. Il ministero degli Esteri: "A rischio il processo di pace"

Lavrov: "Mosca si riserva il diritto di rispondere in modo adeguato"

Ancora sanzioni contro la Russia. Oggi l'Ue ha pubblicato una nuova lista di soggetti russi e ucraini colpiti da sanzioni per aver minato l'indipendenza dell'Ucraina, tra cui il cantante russo Iosif Kobzon e due vice ministri della Difesa russi. Provvedimenti che, secondo il Ministero degli Esteri russo, non facilitano il processo di pace avviato in Ucraina. “Simili decisioni minano la possibilità di trovare una soluzione al conflitto ucraino”, si legge in una nota. 

La lista nera dell’Ue si estende a 19 persone fisiche e 9 persone giuridiche. Le sanzioni prevedono il congelamento dei conti bancari e il divieto di ingresso nell’eurozona.

“L’ampliamento delle sanzioni antirusse appare assurdo alla luce dell’accordo di Minsk al cui raggiungimento hanno partecipato i leader dei principali Paesi Ue - ha dichiarato il ministro russo degli Esteri Sergei Lavrov -. Mosca si riserva il diritto di rispondere in modo adeguato”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta