Accordi di Minsk, secondo il ministro degli Esteri della Finlandia l’Europa potrebbe piano piano eliminare le sanzioni contro la Russia

Secondo il titolare degli Esteri finlandese, l’Occidente potrebbe rivedere i provvedimenti ai danni di Mosca nel caso in cui vengano rispettati gli impegni presi per risolvere la crisi ucraina

Il ritiro delle sanzioni contro la Russia è possibile. Lo ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri della Finlandia, Erkki Tuomioja. “Se gli accordi presi a Minsk verranno rispettati, saremo disposti a eliminare piano piano le sanzioni”, ha detto, precisando che la realizzazione di tali accordi, tra cui il cessate il fuoco e la definizione dello status delle regioni dell’est, sarà frutto di un lavoro duro e di sforzi congiunti.

I lunghi negoziati di Minsk, ai quali hanno partecipato il Presidente russo Vladimir Putin, il Presidente ucraino Petro Poroshenko, il Presidente francese Francois Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel, sembrano aprire uno spiraglio verso la risoluzione del conflitto ucraino. Proprio a causa della questione ucraina l’occidente ha introdotto sanzioni ai danni della Russia: provvedimenti che, secondo Coldiretti, avrebbero causato in Italia la perdita di 1,25 miliardi di export verso la Russia

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta