Russia e Egitto rilanciano la cooperazione bilaterale

Firmati nuovi accordi durante l'incontro tra il Presidente russo Vladimir Putin al Presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi

Nuovi accordi tra la Russia e l’Egitto. Durante la visita di Vladimir Putin al Presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi, i due paesi hanno siglato importanti accordi bilaterali. In dettaglio, i documenti prevedono la costituzione di un’area di libero scambio tra l’Egitto e l’Unione doganale e la creazione di una zona industriale della Russia in un territorio attiguo al canale di Suez. Ulteriori accordi riguardano la cooperazione nel settore agricolo.

Parlando della cooperazione nel campo dell’energia nucleare, Vladimir Putin ha dichiarato che, grazie all’aiuto di Mosca, quella che l’Egitto riuscirà costruire non sarà una semplice centrale, ma un intero settore nucleare. Uno dei documenti firmati apre la possibilità di partecipazione della società russa Rosatom alla costruzione della prima centrale atomica egiziana.

Il ministro dello Sviluppo economico della Russia, Alexei Ulyukaev, ha comunicato che prossimamente le Banche centrali dei due paesi potranno aprire la discussione sui pagamenti bilaterali in valute nazionali.

Qui la versione originale del testo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta