Picco d'inflazione nel secondo trimestre

Le previsioni della Banca Centrale della Federazione. L'influsso negativo delle sanzioni occidentali

Le previsioni non sono rosee. Perchè nel 2015 il tasso di inflazione annuo potrebbe superare il 15 per cento. Le ultime stime sono state rese note dalla governatrice della Banca centrale, Elvira Nabiullina, in un'intervista a Bloomberg, rilanciata dai media nazionali. "Il balzo dell'inflazione è stato causato da forti fattori pro-inflazionistici, prima di tutto dall'indebolimento considerevole del tasso di cambio del rublo", spiega la Nabiullina. Secondo la quale "questo fattore è limitato nel tempo e gradualmente attenuerà la sua forza".

Secondo le previsioni della Banca centrale della Federazione, il picco d'inflazione sarà raggiunto nel secondo trimestre, dopo il quale ci si attende una diminuzione. Le sanzioni occidentali per la crisi ucraina stanno avendo un impatto negativo sull'economia russa, soprattutto nel settore finanziario con difficoltà delle aziende a rifinanziare il loro debito estero. "È una sfida per il Paese e per la Banca centrale" ha ammesso la Nabiullina, promettendo che si sta cercando di affrontare al meglio la situazione con gli strumenti a disposizione. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta