La FAO aprirà un ufficio a Mosca

La nuova sede dovrebbe aprire entro la fine del 2015. Il direttore generale della Fao José Graziano da Silva: “L’inaugurazione sarà un avvenimento di grande importanza per rafforzare la partnership con la Russia”

La firma dell'accordo (Foto: Ekaterina Soboleva)

La FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l’agricoltura, aprirà un ufficio di collegamento a Mosca, al fine di rafforzare i legami di cooperazione tra la Federazione Russa e l’organizzazione. Secondo i termini dell’accordo sottoscritto il 5 febbraio, il nuovo ufficio dovrebbe aprire entro la fine del 2015. 

“L’inaugurazione di questo spazio apre nuove opportunità di partnership per il proseguimento di obiettivi comuni e per capire il potenziale del paese”, ha dichiarato il direttore generale della FAO José Graziano da Silva durante la firma dell’accordo. Alla cerimonia erano presenti anche l’ambasciatore russo presso la Fao, Aleksandr Gorban. “Riteniamo che l’apertura di una sede a Mosca sia un fatto di grande importanza - ha detto Gorban -. Un progetto destinato ad ampliare ulteriormente la cooperazione tra la Fao, la Russia e le agenzie specializzate, le associazioni di categoria, il mondo scientifico. Speriamo inoltre che questa iniziativa consenta di far conoscere ancora di più i progetti della FAO nel mondo”. 

Graziano da Silva ha inoltre precisato che il prossimo passo sarà lo studio di un accordo tra la Federazione Russa e la FAO sulla cooperazione strategica in materia di agricoltura e sicurezza alimentare. Geograficamente, questa partnership si concentrerà sui paesi dell’Europa orientale, dell’Asia centrale e del Caucaso.

La Russia divenne membro della Fao nel 2006. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta