Sanzioni, prevista una fase 2.0

Il governo di Vladimir Putin ha chiesto alle compagnie russe di cambiare i loro domini internet passando da .com a .ru

Il governo di Vladimir Putin potrebbe spingere le compagnie russe a cambiare dominio e a riregistrarsi, passando da dot.com a dot.ru. L'esecutivo ha consigliato alle compagnie di rivolgersi ai provider russi perchè, "in relazione alle sanzioni da parte degli Stati Uniti contro la Repubblica di Crimea, le compagnie russe potrebbero andare incontro a una rescissione unilaterale dei domini specificati". 

La circolare è arrivata dal Ministero delle comunicazioni di massa della Federazione russa ed è rivolta ai possessori russi di domini all'estero. In essa vi è anche un elenco dei server russi in grado di registrare i nuovi domini.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta