Due piloti russi rapiti in Sudan

Si sta cercando di fare chiarezza sulle richieste avanzate dai rapitori

Sono stati identificati i due russi rapiti nel Sudan del Sud: si tratta di due piloti, rapiti la scorsa settimana. Secondo alcuni media, i due piloti sarebbero dipendenti della compagnia aerea UTair e lavoravano in Sudan in collaborazione con la missione di pace dell'Unione africana e Onu in Darfur.

Durante il rapimento non sono stati feriti e si sta ora cercando di capire che tipo di richieste potrebbero avanzare i rapitori, così come riporta un comunicato del ministero degli Esteri russo.

Nel comunicato si legge che "dalle autorità sudanesi è stata creata un'unità di crisi per la liberazione dei russi rapiti, composta dai rappresentanti dei servizi di sicurezza e della Procura militare".

Inoltre sono state formate "task force tra la missione di pace congiunta dell'Unione Africana e dell'ONU e nel segretariato delle Nazioni Unite a New York, con cui si hanno contatti diretti”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta