L’opposizione scende in strada per protestare contro la gestione della crisi

Manifestazione prevista per il 1° marzo 2015

L’opposizione scende in strada per protestare contro la gestione della crisi. Lo ha annunciato il leader dell’opposizione Alexei Navalny: “L’idea della manifestazione è molto semplice: coloro che stanno al Cremlino non sono riusciti a risolvere i problemi e non potranno farlo. Hanno avuto a disposizione 15 anni!”, ha scritto Navalny nella sua pagina web. Adesso, con il “crollo dell’economia russa” e visto che “il paese è tornato agli stessi livelli del 2005”, l’esponente dell’opposizione invita i cittadini a scendere in strada. 

La manifestazione è prevista per il 1° di marzo 2015. “Se la manifestazione avrà successo, permetterà di unire i cittadini scontenti politicamente e socialmente”, commenta il politologo Mikhail Vinogradov, presidente della fondazione “Petersburgskaya polítika”. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta