Russia, Crimea e le nuove opportunità per le imprese. Se ne è parlato a Padova

Durante il convegno, organizzato dall’associazione culturale Lombardia Russia, sono stati evidenziati gli sgravi fiscali e le agevolazioni di cui possono godere gli imprenditori

Sala gremita per il convegno “Russia e Crimea: due grandi opportunità per le nostre imprese” (Foto: ufficio stampa)

“Bisogna trovare una soluzione. Sono in ballo migliaia di posti di lavoro in Italia e soprattutto in Veneto perché le sanzioni contro la Russia stanno creando disastri a tutto il nostro sistema industriale e imprenditoriale”. Era presente anche Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, al convegno “Russia e Crimea: due grandi opportunità per le nostre imprese”, svoltosi a Padova il 15 dicembre.

Organizzato dall’associazione culturale Lombardia Russia, l’incontro ha coinvolto, fra i tanti, il vice ministro federale per la Crimea Elena Abramova, il ministro per lo sviluppo economico della Crimea Nikolay Karyazhkin e il portavoce del ministero degli Esteri della Crimea, Vadim Tretyakov. In sala era presente anche il Console russo di Milano Aleksandr Nurizade.

Oltre ai vari interventi, durante il convegno è stato presentato un video sui legami storici che da secoli uniscono il popolo italiano e quello crimeano, accompagnato da slide e immagini sulla Crimea di oggi, sulle possibilità economico-finanziarie, sulle agevolazioni e sugli sgravi fiscali che ci saranno a partire dal 1° gennaio 2015. Con una legge firmata dal Presidente russo Vladimir Putin, infatti, saranno garantiti sgravi fiscali a tutti gli imprenditori che investiranno nel territorio della penisola. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta