Sanità, l’associazione "Aiutateci a salvare i bambini" di nuovo in campo per aiutare i piccoli di Arkhangelsk

Verranno realizzati due nuovi progetti per il settore pediatrico

Due nuovi progetti per i bambini di Arkhangelsk. Nell’ambito della cooperazione congiunta tra il Ministero russo della Salute, il centro di Arkhangelsk “Garant” e l’associazione italiana "Aiutateci a salvare i bambini" (www.aiutateciasalvareibambini.org), saranno a breve realizzati due nuovi progetti per il settore pediatrico: il primo legato alla riabilitazione dei bambini di prima età infantile, e il secondo finalizzato all’ottimizzazione dei metodi di cura dei bambini nati precocemente. 

 
Beslan, dieci anni dopo
l'Italia non lascia la città

I progetti verranno realizzati rispettivamente nel Policlinico comunale pediatrico della città di Arkhangelsk e nel reparto di Neonatologia della Clinica pediatrica regionale P.  G. Vyzhlecov.

L’associazione italiana "Aiutateci a salvare i bambini" è attiva nella regione già dal 2010. Qui ha realizzato il progetto di Pronto soccorso pediatrico volto a migliorare la qualità delle cure emergenziali con la donazione di due autoambulanze completamente attrezzate, del valore di 85.000 euro ciascuna, dotate delle più moderne attrezzature per la rianimazione. 

“Per noi è molto importante che la salute dei bambini sia messa al primo posto - ha affermato il ministro della Sanità della regione, Larisa Menshikov -. Il Ministero della Sanità della regione di Arkhangelsk è interessato a proseguire la collaborazione con l’associazione italiana per realizzare progetti sociali, ed esprime la sua più sincera gratitudine al gruppo, in particolare al presidente dell’associazione, Ennio Bordato, senza il quale nessuno di questi progetti sarebbe stato possibile”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta