Al Forum Eurasiatico per parlare di innovazione e internazionalizzazione

Torna il vertice che promuove lo sviluppo delle relazioni commerciali tra Russia e Italia nei settori strategici dell’economia

Innovazione e internazionalizzazione sono le key words delle due giornate di lavoro del Forum Eurasiatico, il vertice che promuove lo sviluppo delle relazioni commerciali nei settori strategici dell’economia. Energia, economia e finanza, food e agroindustria, aziende e start up, infrastrutture e ambiente sono i temi delle sessioni del Forum 2014, organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Gazprombank, Coeclerici, VHS, Banca Intesa Russia e Accenture.

Il contesto internazionale e le recenti tensioni tra Unione europea e Russia non devono far abbassare la guardia. Oggi più che mai aziende e istituzioni devono continuare a lavorare e a tessere relazioni per non perdere le attuali posizioni sul mercato e per essere pronte a cogliere tutte le opportunità di business provenienti dall’imminente Unione Economica Eurasiatica: un nuovo mercato nella mappa dell’economia mondiale che apre a nuove e reali prospettive di crescita.

Tra le presenze italiane al Forum Eurasiatico si contano: Romano Prodi; Giovanni Bazoli, presidente Consiglio di sorveglianza Intesa Sanpaolo; Gian Maria Gros Pietro, presidente del Consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo; Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo; Antonio Fallico, presidente di Banca Intesa Russia e dell’Associazione Conoscere Eurasia; Maurizio Martina, ministro delle Politiche Agricole; Mauro Moretti, Ad e direttore generale del Gruppo Finmeccanica; Alberto Mazzola, Capo Vice Presidente per le relazioni internazionali, Ferrovie dello Stato italiane; Massimo Mucchetti, presidente della X Commissione del Senato (Industria, Commercio, Turismo); Guidalberto Guidi, presidente DUCATI Energia; Ezio Castiglione, Presidente Ismea; Paolo De Castro, membro della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento; Piero Galli, dg Gestione Evento Expo 2015 Spa.Tra le presenze straniere si segnalano: Sergey Razov, Ambasciatore della Federazione Russa in Italia; Li Ruiyu, Ambasciatore della Repubblica Popolare di Cina in Italia; Sergey Rumas, membro del Presidium del Consiglio dei ministri della Repubblica di Belarus e del Consiglio della CEE; Andrian Yelemessov, Ambasciatore della Repubblica del Kazakistan in Italia; Sargis Ghazaryan, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia; Aleksey Meshkov, vice ministro degli Affari esteri della Federazione Russa; Ilya Shestakov, viceministro dell’Agricoltura Federazione Russa; Andrey Akimov, presidente di Gazprombank; Grigory Rapota, segretario di Stato Russia-Bielorussia; Tatiana Valovaya, ministro dell’integrazione e della macroeconomia della Commissione economica eurasiatica; Timur Suleymenov, ministro dell’Economia e della Politica finanziaria della Commissione economica eurasiatica; Igor Sechin, Presidente e CEO di Rosneft e Alexandr Medvedev, Vice CEO di Gazprom.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta