L'arrivo degli osservatori dell'Ocse

L'annuncio del ministro Lavrov: "Così accerteranno che non è la Russia che fornisce armi ai ribelli"

Gli osservatori dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) dovrebbero poter occupare i loro posti di controllo nell'Ucraina orientale controllata dai separatisti filorussi nei prossimi giorni. Il ministro degli Esteri di Mosca, Sergei Lavrov, ha assicurato che così gli osservatori potranno verificare che la Russia non sta rifornendo di armi i ribelli. "Noi ci attendiamo che gli osservatori Osce si dispiegono ai checkpoint di Donetsk e Gukovo nei prossimi giorni", ha detto Lavrov in un briefing a Mosca. Il ministro ha detto che l'Osce potrà usare anche droni e altri strumenti tecnici per realizzare un controllo "obiettivo" della situazione.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta