Yukos, Lavrov: "Difenderemo la nostra posizione"

Il ministro degli Esteri della Federazione parla dopo la decisione della Corte dell'Aja

Nessun passo indietro, Anzi. La Russia, infatti, utilizzerà "tutte le opzioni giuridiche a sua disposizione per difendere la propria posizione" dopo la condanna a versare 50 miliardi di dollari di risarcimento agli azionisti della ex Yukos, decisa dalla Corte dell'Aja. Lo ha affermato il ministro degli esteri Sergei Lavrov durante una conferenza stampa.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta