Testato un nuovo razzo italo-russo

La nuova serie di collaudi avvenuta a Voronezh ha interessato un razzo a propellente liquido elaborato insieme alla compagnia italiana AVIO

A Voronezh la KBKHA (Voronezhskiy Konstruktorskiy Byuro Khimavtomatiki) ha completato con successo la nuova serie di collaudi del razzo a propellente liquido elaborato insieme alla compagnia italiana AVIO. Lo ha reso noto il capo dell'ufficio stampa della KBKHA, Aleksandr Kazhikin

“È stata confermata la possibilità di lancio ripetuto del razzo, anche in condizioni di vuoto. Alla presenza dei rappresentanti della compagnia AVIO sono state effettuate 4 prove su terra della durata di 60 secondi ed una della stessa durata in condizioni di volo, con l'impiego di sistemi speciali che simulavano condizioni di vuoto”, scrive Itar Tass, citando Kazhikin.

La russa KBKHA e l'italiana AVIO collaborano alla ricerca scientifica dal 2007 e stanno esaminando la creazione di una testata missilistica a propellente liquido con propulsione a 7,5 tonnellate, su componenti alimentati dalla miscela “«ossigeno - gas naturale liquefatto”. I collaudi effettuati “sono una tappa definitiva della collaborazione tra le due imprese nell'ambito della ricerca effettuata su incarico dell'Agenzia Spaziale Italiana”, ha spiegato Kazhikin.

Il razzo LM10-MIRA viene assemblato per la modernizzazione della nuova versione del razzo-vettore europeo di classe liquida superiore VEGA. I lavori per la creazione del LM10-MIRA sono stati eseguiti da un gruppo comune formato dai migliori esperti di KBKHA e AVIO. Sulla base di questi ultimi l'ASI e la controparte russa ROSCOSMOS prenderanno una decisione comune sull'indirizzo e le prospettive di collaborazione futura.

La KBKHA di Voronezh è uno dei leader mondiali nella creazione e produzione di razzi a propellente liquido a destinazione militare, civile e scientifica. In anni diversi la compagnia ha partecipato alla creazione di razzi vettore quali “Vostok”, “Voskhod”, “Molniya”, “Energiya”, “Soyuz” e “Proton”. La KBKHA collabora nella sfera della progettazione tecnologica di razzi vettore con aziende di USA, Francia, Germania e Italia.

Qui la versione originale del testo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta