Firmato il trattato per la nascita dell’Unione Eurasiatica tra Russia, Bielorussia e Kazakhstan

Un accordo definito “storico” e destinato ad allargarsi. Putin: “Abbiamo enormi riserve”

La firma è stata messa. Da gennaio 2015 nascerà uno spazio economico unico e comune tra Russia, Bielorussia e Kazakhstan. Il Presidente della Federazione Vladimir Putin ha siglato oggi ad Astana con i suoi omologhi Nursultan Nazarbaiev e Aleksandr Lukashenko il trattato per la nascita dell’Unione Eurasiatica. Un evento definito “storico”, che l’Occidente guarda con interesse e preoccupazione. 

L’Unione Eurasiatica sarà infatti operativa dal 2015 e sarà destinata ad ampliarsi. Avrà sede a Mosca, la Corte di Giustizia a Minsk e il centro nevralgico finanziario ad Alma-Ata. 

“La nostra Unione - dichiarato il Presidente russo -, ha enormi riserve di risorse naturali, inclusa l'energia, che rappresenta un quinto delle riserve di gas mondiale e il 15% di quelle petrolifere”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta