Gli alberghi italiani diventeranno "Russian friendly"

Il progetto, promosso nell’ambito dell’Anno incrociato del Turismo, prevede una serie di servizi studiati ad hoc per accogliere i visitatori dell’Est

Gli alberghi italiani si preparano a diventare “Russian friendly”. L’ambasciata d’Italia a Mosca, in collaborazione con ENIT e i maggiori tour operator russi, nell’ambito dell’Anno incrociato del turismo, ha deciso di lanciare una nuova iniziativa, finalizzata a migliorare l’accoglienza e a fidelizzare il turista. 

Le strutture ricettive dello Stivale potranno essere segnalate come “Russian friendly” agli operatori del mercato russo se dimostreranno un’attenzione particolare nei confronti di questi ospiti: il che vuol dire mettere a disposizione un sito internet tradotto, personale russofono e offrire canali televisivi in lingua russa. Questi, perlomeno, sono solamente alcuni dei consigli suggeriti dal decalogo.

Federalberghi inviterà 27.000 strutture a effettuare un check up gratuito su internet per verificare il loro “livello di attenzione” nei confronti del turista dell’Est. 

Il progetto "Russian Friendly" troverà spazio sul sito internet www.italiagodturisma.com e verrà promosso dai tour operator della Federazione Russa.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta