Stabilito un nuovo record nell'esportazione di armi

Nel 2013 il volume di esportazioni di armi ha raggiunto i 49 miliardi di dollari, un 3 per cento in più rispetto all’anno prima

Nel 2013 il volume totale di ordini relativi all'esportazione della produzione militare russa ha raggiunto la cifra da record di 49 miliardi di dollari. Lo ha affermato il Presidente della Federazione, Russa Vladimir Putin.

Secondo Putin, nel 2013 “l’esportazione di prodotti e servizi russi nell’ambito della cooperazione tecnico-militare è stata incrementata del 3 per cento, superando così i 15,7 miliardi di dollari: una cifra ben superiore a quella del 2012. Putin ha inoltre ricordato che gli USA coprono il 29% del mercato, la Russia il 27%, la Germania il 7%, la Cina il 6% e la Francia il 5%.

La produzione russa è stata esportata in 65 paesi, anche se ci sono accordi, già firmati e in fasi di approvazione, relativi alla cooperazione tecnico-militare con 89 Stati.

“I rapporti tecnico-militari con i partner tradizionali si sono sviluppati rapidamente. Tra questi vi sono i paesi CSI, i paesi ODKB (Collective Security Treaty Organisation - CSTO), l’India, il Venezuela, l’Algeria, la Repubblica Popolare Cinese, il Vietnam. Sono stati assimilati anche nuovi mercati di armi, in primo luogo in America Latina”, ha riportato l’agenzia Ria Novosti, citando le parole del Presidente.

Fonti: Ria Novosti e Vzglyad

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta