"Vladimir Luxuria fermata a Sochi". Sventolava la bandiera gay

Lo ha riferito il presidente onorario di 'Gay Project’, Imma Battaglia. Attivata l’unità di crisi della Farnesina

Vladimir Luxuria è stata arrestata a Sochi, dove sono in corso le Olimpiadi invernali. Lo ha reso noto il presidente onorario di 'Gay Project’, Imma Battaglia. Secondo quanto riferito da Battaglia, Luxuria sarebbe stata fermata dalla polizia russa mentre sventolava una bandiera con la scritta “Gay è ok”, sulla base della legge russa che punisce la propaganda omosessuale.

Il suo arrivo a Sochi era stato anticipato con un Tweet, dove scriveva “Saluti con i colori della rainbow”.

Nel frattempo è stata attivata l’unità di crisi della Farnesina, così come ha fatto sapere lo staff del ministro degli Esteri Emma Bonino. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta